Un nuovo gameplay per la modalità Breakout

Quest’oggi vi portiamo un nuovo video gameplay su Crossfire, nella modalità di gioco Breakout. Per chi non lo sapesse, questa modalità, introdotta per la prima volta su Halo 5: Guardians, ha delle caratteristiche peculiari: scudi ridotti, sarà basata su 5 turni e lo scopo sarà eliminare i membri della squadra avversaria. Una volta morti non sarà possibile rientrare fino alla fine del round.

La modalità è per ora confermata solamente sulla mappa Crossfire, piena di angoli e curve strette, alternate da spazi aperti, che sicuramente saprà regalarvi delle partite molto frenetiche.

Vi lasciamo quindi al video, e vi ricordiamo che la beta è prevista per il 29 dicembre, esclusivamente per i possessori della Master Chief Collection.

Per vincere la partita bisogna riuscire ad eliminare tutta la squadra avversaria in almeno 3 round, e si avranno 2 minuti a disposizione per ogni turno, portando la durata massima di una partita a 10 minuti. La prima cosa che notiamo è l’entrata nella mappa: l’avevamo già vista nel trailer di Halo 5: Guardians, e adesso possiamo vederla in-game; ciò che succede è, semplicemente, che le due squadre si lanciano da una rampa agli opposti della mappa, in un effetto molto scenografico che, seppure in fase di produzione, già da adesso è piuttosto intrigante!

Proseguendo, notiamo, come già detto, la frenesia assoluta del Gameplay, infatti la mappa è molto piccola, e ci sono principalmente due fasi in cui si svolge l’azione: i primi trade nelle zone laterali, per passare, man mano che vengono sfoltite le varie squadre, alla pura fase di “search and destroy”, soprattutto quando vi sono più sopravvissuti in una squadra piuttosto che in un’altra.

Credo poi che tutti abbiano fatto abbastanza partite su Infezione per immaginare la sensazione di sentirsi l’ultimo in piedi! Si tende a camperare in qualche zona della mappa, aspettando che membri della squadra nemica si facciano vedere, preferibilmente non tutti insieme.

Proseguendo, avevamo già visto in azione la Magnum, ma non avevamo avuto modo di notare veramente l’effetto della SMG: essa infatti ha un rateo di fuoco devastante, e riesce a buttare giù gli scudi di un avversario molto velocemente; è la scelta ideale dunque per questo tipo di scontri assai frenetici e veloci.

Troviamo dunque alla fine un piccola sequenza con gli Spartan della squadra vincitrice, un modo per celebrare la vittoria insomma, e tirare un sospiro di sollievo a fine partita!