Phil Spencer parla del futuro della saga di Halo

Phil Spencer, direttore della divisione Xbox di Microsoft, nel corso di un’intervista rilasciata a GameSpot, si è espresso in merito al futuro della saga di Halo, sottolineando come, per via del forte attaccamento dei fan alle vicende relative alla serie, e ai diversi personaggi al suo interno, il brand che vede protagonista il nostro amato Master Chief sarà destinato a proseguire come quello di Star Wars o Spider Man.

”Halo ha qualcosa di unico rispetto agli altri shooter, come un carattere forte e una storia ben salda alla base. Credo che questo sia il vero punto di forza del franchise. Le persone conoscono i nomi di ogni personaggio. Sanno chi è Master Chief, chi è Cortana. Non è una cosa comune negli altri franchise, trovare un contatto così stretto tra i personaggi all’interno della storia, e una coerenza così ampia tra i vari giochi del brand.”

Questo è ciò che ha affermato Spencer, sottolineando dunque un distacco notevole, secondo il suo parere, tra le vicende narrate all’interno di Halo, e sviluppatesi nel corso dei vari capitoli, e la storyline appartenente ad altri shooter in prima o in terza persona, meno incisivi o meno capaci di coinvolgere il giocatore al loro interno. Ha inoltre aggiunto di ritenere Halo come una saga capace di poter proseguire per moltissimi altri anni, grazie alla mole di contenuti da poter affrontare al suo interno. Per farlo, però, è necessario non abusare del brand in maniera eccessiva o superflua, ma tentare di creare un filo narrativo adeguato, al fine di mantenere i fan della serie interessati alle vicende narrate, in un modo simile, ha sottolineato Spencer, al lavoro svolto negli ultimi anni con le saghe di Star Wars o Spider-Man.

”Non voglio abusare del brand. Si tratta di un franchise e di un IP che vorrei vedere per i prossimi 20 anni da adesso, alla maniera di Star Wars e Spider-man. Penso che abbia il potenziale giusto per poter supportare una cosa del genere, ma penso anche che come franchising debba essere gestito in modo che non venga subito bruciato.”

Spencer ha poi proposto un paragone piuttosto interessante con altre forme di intrattenimento, come ad esempio le serie-tv, che costrette ad un rilascio settimanale di nuovi episodi, rischiano di annoiare, a lungo andare, lo spettatore anche più assiduo, per via di gag e vicende ripetute troppo spesso, e ormai prive di mordente.

”Per quello che stiamo facendo con il nostro franchising e servizi come Xbox Live, preferiamo garantire qualcosa che abbia la complessità e la vastità di Halo e dei suoi personaggi, senza rinunciare al divertimento del gioco, che è un patrimonio unico, per noi. Voglio assicurarvi che stiamo facendo in modo di crescere e sviluppare nel migliore dei modi.”

La saga di Halo sembra essere dunque destinata ad accompagnarci ancora per molto tempo, con una cadenza non obbligatoriamente annuale, ma che proprio per questo dovrebbe garantire un livello qualitativo del brand sempre migliore, come promette lo stesso Phil Spencer. Possiamo fidarci?