L’intervista di IGN a Josh Holmes riguardo Halo 5

Halo 5 dovrà essere il miglior FPS del 2015“, cosi dice Josh Holmes durante un’intervista con IGN che vi riporteremo in calce alla notizia, ma sarà davvero cosi?

Da quanto è stato possibile vedere nella Beta, il comparto multiplayer si presenta rinnovato sotto ogni aspetto, persino il sistema di mira.

Questo svecchiamento della saga è stato apprezzato solo in parte, non tutta la community ha apprezzato quanto proposto da 343 Industries, che in molti ritengono la “disfatta” di Halo, il che è comprensibile, dato che cambiamenti così grandi non sono mai apprezzati da tutta la community, ma dopo anni, più di un decennio oramai dello stesso gameplay, un quasi totale rinvigorimento era necessario, e questo nuovo capitolo si presenta molto bene, dobbiamo però aspettare la release del titolo completo per capire se questo nuovo gameplay è affidabile anche su altri “territori” oltre che al rinnovato Slayer, che diviene frenetico e veloce.

Dopo questa piccola personale impressione su quanto è stata la Beta fino ad ora direi che è ora di passare all’intervista vera e propria che vi riportiamo direttamente da IGN, qui potrete trovare il loro articolo originale.

IGN: Innanzitutto, la domanda più ovvia: possiamo attenderci una rosa di mappe create da 343 Industries nella Fucina della versione finale di Halo 5?

Josh Holmes: Probabilmente creeremo una manciata di mappe, ma non vediamo l’ora di vedere cosa la community sarà in grado di creare non appena potrà mettere le mani sulla Fucina.

 

 

IGN: Cosa puoi dirci degli strumenti che potremo usare? Che tipo di miglioramenti possiamo aspettarci rispetto al passato?

Josh Holmes: Abbiamo migliorato l’usabilità dell’interfaccia, e potremo proporre palette multiple, vari tipi di terreno e set di illuminazione che gli utenti potranno utilizzare nelle loro creazioni.

IGN: La qualità delle mappe è un elemento chiave per rendere un Halo memorabile: altre mappe classiche godranno di una rivisitazione nella versione finale del gioco, come avvenuto per Regret / Midship 2.0?

Josh Holmes: Non abbiamo nei nostri piani altri remake in questo momento. Ma veniamo costantemente ispirati dalle grandi mappe che sono state realizzate durante la storia della serie.

IGN: In fondo, “Regret” non è tecnicamente il remake di “Midship”, quindi forse qualche speranza possiamo nutrirla. E a proposito delle altre mappe presenti nella beta, dopo Truth, Empire, Crossfire, Pegasus e Orion?

Josh Holmes: Pegasus e Orion saranno oggetto della votazione da parte della community, la mappa vincente sarà disponibile ai giocatori durante la terza settimana della beta. Questa settimana, proporremo due dei nostri nuovi “remix” in Massacro: Regret e Eden. I remix prendono la struttura della mappa originale e introducono cambiamenti nella geometria, nel flusso di gioco, nella disposizione delle armi e nel momento della giornata in cui si svolgono gli scontri. Lo scopo è creare versioni diverse delle mappe, che appaiano diverse e debbano essere affrontate in modo differente.

Regret è in pratica una versione remix di Truth ambientata in un’astronave Covenant distrutta. Eden è un remix di Empire che si svolge di notte e propone combattimenti aperti nel cortile centrale, con passaggi laterali che aggiungono verticalità. Inoltre, questa settimana mostriamo la nuova modalità Breakout, in cui i giocatori si affronteranno in due mappe, Crossfire e Trench. Quest’ultima è molto raccolta, propone ambientazioni chiuse e coperture addizionali, incentivando così il combattimento ravvicinato.

 

 

IGN: Quanto potrebbe essere diversa la versione finale del multiplayer di Halo 5 rispetto alla beta, in base al feedback che state ricevendo?

Josh Holmes: Aver pubblicato la beta quasi un anno prima del lancio del gioco completo è una cosa che ci ha letteralmente esaltati. Non abbiamo mai mostrato un gioco così in anticipo, e anche se le cose sono meno rifinite di quanto non saranno nelle immediate vicinanze della pubblicazione, è importante per noi che tanti giocatori possano provare il gioco quando c’è ancora abbastanza tempo per analizzare i commenti e realizzare i cambiamenti. I suggerimenti che riceviamo saranno integrati nell’ultimo stadio di sviluppo e ci aiuteranno a raggiungere il nostro risultato, ossia realizzare con Halo 5: Guardians, il miglior sparatutto multiplayer per console del 2015.

Analizzeremo con molta cura tutti i commenti dei giocatori. La messa a punto delle armi, il bilanciamento delle nuove abilità degli Spartan, il mix audio e molto altro ancora. Incoraggiamo i partecipanti ad accedere ad halowaypoint.com e a iscriversi al nostro programma di feedback. In aggiunta, faremo anche molta attenzione a quanto viene scritto nei forum dei giocatori e sui canali social, apprezziamo molto che gli utenti investano tempo per condividere le loro impressioni.

 

 

IGN: 343 Industries ha focalizzato questa beta sulle arene. Questo significa che ci sarà una seconda beta multiplayer, nel corso del 2015, che includerà i veicoli e battaglie con un numero maggiore di giocatori?

Josh Holmes: Al momento non abbiamo pianificato una seconda beta multiplayer, l’esperienza nell’Arena mostra le caratteristiche principali delle abilità degli Spartan e le meccaniche che rappresentano le fondamenta di tutte le modalità che troverete nel gioco. Più avanti quest’anno potremo parlare delle altre modalità multiplayer, comprese esperienze più ampie e comprendenti i veicoli. Al momento, siamo completamente focalizzati sulla beta attuale e sul feedback che arriverà dai partecipanti.

Come avete potuto leggere non avremo altre Beta durante l’anno, a parte quella in corso che ricordiamo finirà il 18 Gennaio.

Queste erano le informazioni di oggi, vi aspettiamo al prossimo articolo.