Halo Infinite – Da una intervista di IGN emergono nuovi dettagli sul gioco

Dopo la presentazione odierna all’Xbox Games Showcase, i fan di Halo sono forse rimasti con molte domande in sospeso. Fortunatamente, IGN ci porta un’intervista esclusiva con Chris Lee e Paul Crocker, che spero possa dissipare alcuni dubbi:

 

Mappe e STORIA

Negli Halo precedenti, le mappe per quanto estese erano comunque… limitate. Magari potevi trovare un teschio o un terminale nascosto in qualche punto, ed è qui che Infinite poggia le sue fondamenta: L’esplorazione!

“Penso a questo più come al realizzare qualcosa che abbiamo promesso in passato” dice Lee. “C’è un sacco di gameplay aperto nei giochi precedenti, ma si è sempre all’interno di livelli lineari. Questa volta i giocatori avranno la libertà di esplorare l’anello. Ma stiamo narrando una storia con un inizio, un intermezzo e una fine e vogliamo coinvolgere il giocatore.”

 

“Quello che avete visto nella demo che vi abbiamo mostrato, avete questa mappa. C’è questa grande sezione dell’anello. Quando arriverete in questo punto del gioco, sarete già svariate ore nella campagna, allora avrete la capacità di attraversa l’intera area ed esplorare dovunque vogliate sull’anello. Questo è quello che intendiamo per mondo aperto ed esplorare i diversi posti. C’è un senso di libertà che non avete mai provato prima [in Halo]. Potrete scegliere il vostro percorso. Ma vogliamo anche raccontarvi una storia, quindi mentre voi fate quello, noi vogliamo mandare la storia avanti e non avere una storia non lineare o qualcosa del genere”.

ESPLORAZIONE

“C’è anche un sacco di cosa da scoprire nella zona mostrata nella demo”, dice Crooker, che comunque non può andare troppo nei dettagli riguardo a ciò che è nascosto nella mappa.

 

Paul spiega anche perchè il giocatore dovrebbe esplorare l’anello a prescindere da ciò che vi è nascosto:

“Vi è una sorta di attaccamento emozionale. Sarai anche trascinato verso queste località, puoi dire che sia legato alla storia. E anche ciò su cui si basa il Franchise. Stiamo veramente cercando di essere certi che ci siano cose da fare che vadano a rinforzare l’eroismo e la speranza che Chief porta all’umanità” dice Crocker.

E se dimenticate di fare qualcosa nelle parti iniziali del gioco?

Crocker dice che potrete sempre tornare indietro. “Potrete essere o non essere in grado di raggiungere tutti gli obiettivi che avete sin dall’inizio del gioco, ma potrete comunque tornare indietro ad esplorare e trovare altra cosa da fare. Non c’è niente che ve lo impedisca.”

UN ANELLO DINAMICO

Per dare un senso di realisticità  immersione, Chris Lee ha confermato che l’anello, oltre alla fauna, avrà anche un ciclo giorno/notte.

Oh, a proposito della fauna: non potrete accarezzare gli animali, al massimo li ritrovete in mezzo alle schermaglie.

gLI uPGRADE DEGNI DI UNO SPARTAN

Durante la demo avrete sicuramente notato la schermata ‘Upgrade’ . Il gioco non ha un sistema di esperienza nè un loadout costante, infatti potrete cambiare le armi quando volete, quindi di cosa si tratta?

Lee ha spiegato che gli upgrade in questione saranno oggetti da trovare sull’anello:

“Abbiamo un sistema di Upgrades per Chief. Sarà in grado di migliorare gli equipaggiamenti.” Dice Chris. “Il rampino e il Drop Shield che abbiamo mostrato rientrano nel concept di reboot spirituale che richiama gli equipaggiamenti di Halo 3. Questi sono due nuovi equipaggiamenti che Chief sarà in grado di trovare e usare durante il corso del gioco.”

NUOVE ARMI

Ovviamente, insieme ai Banished, fanno la loro comparsa anche nuove armi, ecco quelle viste nella demo:

  • Ravager – Un’arma a energia Banished che spara tre colpi. Il livello di carica è rappresentato da una percentuale, e l’arma possiede una lama che ne aumenta il danno in mischia.
  • Mangler – Una pistola Banished che spara grossi proiettili, più lenta della pistola UNSC ma causa più danni.
  • CQS48 Bulldog – Uno Shotgun da Sommossa UNSC che rimpiazza lo shotgun classico. Questo ha un caricatore a tamburo e usa cartuccie calibro 12 invece delle classiche calibro 8.
  • VK78 Commando – Questo fucile UNSC può andare Full Auto ed è adatto sia alle medie che alle lunghe distanze
  • Pulse Carbine – Una familiare ma non identica variante della Carabina Covenant

Le armi Brute inoltre faranno più danno corpo a corpo, e potranno uccidere immediatamente uno Spartan se questo ha meno del 50% degli scudi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.