GamerHubTV intervista Tim Longo riguardo Halo 5: Guardians

Il canale YouTube di GamerHubTV ha recentemente rilasciato un video dove viene mostrata una piccola intervista con Tim Longo, Creative Director di 343 Industries.

In questa news vi riportiamo le informazioni più importanti che sono state rilasciate; l’intervista riguarda Halo 5: Guardians ed è stata fatta all’HaloFest che si è conclusa da poco.

La prima domanda rivolta a Tim è stata “quanto ha ‘ispirato’ Halo 2 nel creare il multiplayer di Halo 5?”

La risposta è stata:

“Vogliamo tornare alla classica esperienza arena che aveva Halo 2, ma mantenendo le nostre idee e meccaniche, senza però andare a destabilizzare ciò che è l’anima di Halo, infatti abbiamo implementato alcune funzioni che sono presenti nei primi capitoli, come il ‘de-scoping’.”

La seconda domanda riguarda la personalizzazione degli Spartan, la risposta è stata:

“Tutto quello che abbiamo ora riguardo la personalizzazione è nella Beta. Si avranno personalizzazioni cosmetiche per l’armatura, l’elmetto e il visore, che si sbloccheranno aumentando di livello nella Beta.

 

Ci saranno anche alcuni armor-set unici che si sbloccheranno guardando Halo Nightfall tramite l’app di Halo Channel e sbloccando obiettivi nella The Master Chief CollectionQueste armature possono essere usate nella Beta ma verranno trasferite nell’account una volta che il gioco completo verrà rilasciato.”

La terza domanda riguarda il ranking system di Halo 5 e come funziona, Tim ha dunque risposto:

“Abbiamo tenuto il CSR ma lo abbiamo cambiato in alcuni frangenti.

 

Il ‘competitive skill rating’ partirà dal grado Iron, per proseguire con Bronze, Silver, Gold, Onyx e i due ultimi livelli Pro e Semi-pro, che avranno delle leaderboard implementate nel gioco, quindi non si dovrà consultare nessun sito per vedere queste classifiche.”

Ci sono altre modalità di default di cui non siamo ancora a conoscenza?

“Non parleremo di nessun altra modalità per ora, a parte di Breakout e Slayer.”

La modalità Forgia ritornerà su Halo 5?

“Daremo più informazioni in futuro.”

Avete considerato di abbassare la risoluzione per facilitare un gameplay a 60 fps?

“Per noi il gameplay è il Re, ma siamo convinti di essere riusciti a mantenere entrambi, abbiamo quello che graficamente è un gioco bellissimo ma che è anche un Work in Progress, quindi c’è ancora molto che può essere fatto e energie che possono essere spese, ma i 60 FPS sono il traguardo che vogliamo raggiungere.”

Quale è stata l’ispirazione per il salto con jetpack multi-direzionale e le altre aggiunte che abbiamo visto?

“Halo e gli Spartan stessi, tutte le nuove abilità sono state introdotte perché volevamo far vedere cosa significa essere uno Spartan, e anche Master Chief è stato grande fonte di ispirazione, guardiamo molto nel nostro stesso franchise per ispirazione, e volevamo veramente soffermarci su cosa voglia dire ESSERE uno Spartan.”

Questa era la piccola intervista, vi terremo aggiornati sulla prossime news, per ora è tutto!