Frank O’connor: Halo: The Master Chief Collection è stato un occhio nero

Come tutti sappiamo la Master Chief Collection è diventata la creatura storpia di 343 Industries, il gioco che ha portato tante aspettative ed hype ma che a conti fatti si è rivelato essere un prodotto poco rifinito e pieno di falle, un “occhio nero“, come ha riferito lo stesso Frank O’Connor in una recente intervista.

Frank dice che tutti quanti nello studio sanno di aver fallito ma che non sono con le mani in mano, ma che anzi stanno facendo tutto il possibile per rifinire il gioco e portarlo allo stato che avrebbe dovuto essere dall’inizio.

Inoltre Frank parla di come ci siano stati 5 differenti engine grafici e 5 studi differenti a lavorarci sopra, e comunica che il ruolo di 343 sia stato soltanto quello di “mettere insieme i pezzi“, la complessità del progetto in se era atroce, una volta entrati nella fase di vendita si sono presentati problemi che nei periodi di testing erano inesistenti; insomma, tutta 343 Industries è a conoscenza dell’errore commesso e non si stanno discolpando, anzi, stanno lavorando per migliorare il prodotto e portarlo al livello voluto fin dall’inizio.

Nell’intervista si parla anche di Halo 5: Guardians e del suo multiplayer, Frank ci rassicura dicendo che il team che sta lavorando al comparto multiplayer è differente, e che il prodotto è singolo, quindi non ci saranno gli errori e i problemi che sono stati visti in precedenza, e che la beta ha già dimostrato quanto il prodotto sia migliore e meglio rifinito del precedente.

Qui potete trovare il resto dell’intervista, dove si parla degli E-Sport e di come Halo si approccerà ad essi in futuro.