ConsiderHalo #5: Pareri a caldo sulla Beta di Halo 5: Guardians

Hero_Halo5

Salve, prima di iniziare questo articolo, vorrei dire due parole su di me. Sono Alberto Mutignani, ma su internet mi conoscono come GingerCiak, e sono un nuovo redattore di Halo World. Videogioco dalla tenera età e da qualche anno sto coltivando questa mia passione scrivendo per siti specializzati nel settore videoludico, e Halo World rappresenta per me la possibilità di parlarvi di tutto ciò che riguarda il fandom e le news più importanti di un brand storico che negli anni ho avuto modo di apprezzare. A questo proposito, entrando nel cuore dell’articolo, vorrei esporvi le mie opinioni su quanto mostrato da 343 Industries nel corso dell’Halo Fest, partendo da una veloce premessa: nel complesso, per fortuna, posso ritenermi soddisfatto dalla beta di Halo 5: Guardians.

4

Devo dire che, a differenza di quel che temevo, 343 sembra essere riuscita a svecchiare la serie in maniera piuttosto efficiente, senza snaturarla con trovate troppo lontane dalla serie di Halo, attraverso la presenza del Ground Pound e dello Smart Scope. Lo Spartan potrà poi slanciarsi su piattaforme e superfici altrimenti irraggiungibili, e godrà dell’aggiunta di propulsori speciali che permetteranno di restare sospesi in aria per qualche secondo, oltre che di slanciarsi in avanti e lateralmente con uno sprint che la singola corsa non garantirebbe. All’aggiunta di un nuovo sistema di mira, utile per le distanze meno ravvicinate, si affianca ovviamente l’immancabile hip-fire che ha caratterizzato per anni la serie, e la presenza di diversi tipi di granate a nostra disposizione. Infine, vi è l’aggiunta della scivolata che rinnova non di poco il sistema di movimento, consentendo, in unione alle altre innovazioni presentate a riguardo, un gameplay più vario e movimentato rispetto ai precedenti capitoli, nel singleplayer così come nell’esperienza online, sicuramente più caotica e che necessita, dunque, di movimenti più rapidi. Ritengo dunque importante lodare il lavoro svolto in ambito prettamente ludico, la serie sembra non aver subito mutamenti radicali, ma pare anzi aspirare a margini di miglioramento in quei fattori in cui i precedenti Halo, in parte, peccavano.

Bu14_w1CIAA4Ssa

Il comparto tecnico sembra essere veramente buono, con una cura minimale nel dettaglio e nella rifinitura degli ambienti, un design delle armi rinnovato ed in certi casi molto accattivante ed in generale una buona gestione dell’illuminazione, per quel poco che abbiamo potuto osservare. Sicuramente Halo 5, sotto questo aspetto, ha ancora molto da mostrarci, poiché le mappe erano piuttosto contenute per dimensioni e, come da tradizione per questo brand, sappiamo che ci troveremo di fronte a mappe più vaste ricche di più nemici ed elementi su schermo, e lì, probabilmente, potremo davvero osservare l’effettiva qualità dell’engine.

8

Insomma, 343 Industries sembra voler portare la serie di Halo ad una definizione più articolata, con un gameplay mutato in molte delle sue componenti, evoluto in un certo senso, ma non per questo snaturato. Graficamente la soddisfazione c’è stata, così come per la direzione della cutscenes mostrata giorni fa, che sembra essere molto cinematografica e che garantisce sicuramente una profondità maggiore ai fini narrativi di questo atteso Guardians. Non ci resta che aspettare il rilascio della Beta, che avverrà il 29 Dicembre di quest’anno e che durerà per molto tempo, grazie alla quale potremo mettere mano sul gioco noi stessi, e vedere se il feeling con questo nuovo Halo è rimasto immutato nonostante questi cambiamenti. Data la grande divisione nel pubblico che questo gameplay ha suscitato, sono curioso di sapere la vostra a riguardo, quindi se volete lasciate un commento qui sotto e ditemi se anche voi, come me, siete rimasti piacevolmente stupidi dinanzi al gameplay di questo nuovissimo capitolo di Halo.