Canon Fodder 23.05.15 – Witness Projection

La scorsa settimana abbiamo approfondito il discorso attorno al remake di Relic, una tra le più note e amate mappe di Halo 2.

Oggi la nostra analisi si sposta sul nuovo romanzo, esclusivamente in versione digitale, curato da Frank O’Connor in persona ed intitolato Halo: Saint’s Testimony. In più, come tradizione in questi ultimi mesi, daremo uno sguardo al nuovo episodio di #HuntTheTruth, cercando di rispondere ad alcuni tra i più frequenti quesiti posti dal pubblico. Iniziamo!

SAINT’S TESTIMONY 

Qualche tempo fa, all’interno di un intervista rilasciata allo staff di Halo Waypoint, Frank O’Connor aveva dichiarato

Sto lavorando ad un soggetto che mi ha sempre affascinato, sin dal primo Halo risalente al 2001 – la natura dell’intelligenza artificiale e della vita stessa o meglio, della conoscenza. Si nasconde molta filosofia e fisica all’interno della conoscenza dell’essere, parte dell’esistenza stessa – un universo in evoluzione di pensiero e vita come un nodo di questo processo. Non si tratterà di un epico romanzo d’azione, ma sarà un trattato molto breve.

Come detto dal buon O’Connor, la storia verterà su una filosofica riflessione sul senso della vita e di come essa sia legata al discorso dell’intelligenza artificiale.

Protagonista della vicenda è Iona, l’ultima avanguardia all’interno del sistema IA militare, programmata a distanza di 7 anni dall’inizio del racconto, e a cui ormai rimane solo una settimana di vita, prima che l’UNSC sia autorizzato legalmente ad interrompere il proprio funzionamento, e di fatto la sua esistenza, al fine di scongiurare la minaccia di corruzione dati, nota come ” Rampancy ”, che finirà, inesorabilmente, per mettere a rischio la sua funzionalità e tutto ciò che ruota attorno ad essa. Contro questo tentativo di interrompere la propria vita, Iona lancerà una minaccia contro la propria condanna a morte, che porterà all’inizio di un contrasto tra intelligenza umana e la volontà di un personalità che, seppur programmata artificialmente, consentirà attraverso la propria storia di aprire numerosi punti di riflessione su uno dei temi a noi più cari, seppur non ancora parte integrante della nostra vita quotidiana.

Halo: Saint’s Testimony uscirà, in versione unicamente digitale, il 27 Luglio 2015, pubblicato da Simon & Schuster. Un’ottima scusa per ingannare il tempo nell’attesa di Halo 5: Guardians, e per conoscere meglio il nostro caro Frank.

Prima di passare a #HuntTheTruth, eccovi la copertina ufficiale del romanzo. Che ve ne pare?

cfsaintstestimonycover400px-c4d8e19b8a8f44af8477209fa817c0e9

 

#HuntTheTruth

Torniamo a parlare del nostro eroe preferito, Master Chief, e di colui che, attraverso documenti esclusivi ed interviste, sta tentando di delinearne un profilo più ampio: Benjamin Giraud, che settimanalmente ci tiene aggiornati con le sue scoperte più interessanti attorno al presunto ” Salvatore dell’ umanità ”.

Dopo i primi appuntamenti, Ben sta cominciando a scoprire verità incredibili in merito alla figura del nostro amato Chief, tanto da farne emergere una natura quasi ” oscura ”, atipica per un personaggio leggendario come lui. Può dunque un Eroe come Mater Chief avere un lato oscuro così grande e nascosto, da far rivalutare completamente la nostra visione nei suoi confronti?

Queste sono le domande che tutti si pongono. E le risposte, come ben sappiamo, le avremo solo seguendo Benjamin Giraud all’interno del suo cammino, che non potete dunque perdere!

Di seguito ecco la lista dei doppiatori che hanno prestato la loro voce alla campagna HUNTtheTRUTH!

  • Benjamin Giraud, Giornalista – Keegan-Michael Key
  • Petra Janecek, GiornalistaCobie Smulders
  • Deon Govender, John’s boxing coachPhil LaMarr
  • Ellie Bloom, Amica d’infanzia di John – Tara Strong
  • Thomas Wu, Sopravissuto – Phil LaMarr
  • Gabriella Dvørak, Viceammiraglio ONI – Jennifer Hale
  • Mshak Moradi, Teorico della cospirazione – Kumail Nanjiani
  • Anthony Petrosky, EX-ODST – Troy Baker
  • Michael Sullivan, ONI PRJerry Trainor
  • Jakob Walker, “UNSC Marine”Steve Blum
  • Ray Kurzig, Amico di Ben – Phil LaMarr
  • Franklin Mendez, Senior CPO who trained MCStacy Keach
  • FERO, Rebel LeaderJanina Gavankar
  • Katrina, Amica di Ellie Bloom – Laura Bailey

 

A proposito di domande degli utenti, a cui prima abbiamo accennato. Ecco un breve botta e risposta, come replica ad un fan che aveva chiesto:

L’arca ha un suo monitor?

[REDACTED] Attenzione: la tua intrusione è stata registrata

04-343 [Guilty Spark]: Come scusi?

[REDACTED]: La vostra intrusione è stata registrata, e ora è stato fermato.

04-343 [Guilty Spark]: Con quale autorità?

[REDACTED]: Suggerimento – ogni vostro tentativo di entrare si tradurrà nel vostro immediato inserimento nel registro delle Sentinelle locali.

04-343 [Guilty Spark]: Ma io sono il monitor dell’..

[REDACTED]: La tua autorità non significa nulla qui.

04-343 [Guilty Spark]: Io vi ho detto chi sono! Ma voi chi siete?

[REDACTED]: Ciò che i nostri creatori una volta avevano di più caro [ Alessandria prima del fuoco ]

04-343 [Guilty Spark]: Sincere scuse. Ma come..

[REDACTED]: Questa struttura ospita il final..

04-343 [Guilty Spark]: L’archivio è intatto? Poi il piano dei nostri creatori..

[REDACTED]: Contiene anche soffietti, fusioni..

04-343 [Guilty Spark] Che cosa?

[REDACTED]: Soffietti, fusioni.

04-343 [Guilty Spark]: Una fonderia.. a che scopo?

[REDACTED]: Attenzione, l’intrusione è stata registrata. Ogni ulteriore tentativo di accesso sarà..

04-343 [Guilty Spark]: Indignato!

[Terminali Halo 3]

Quindi si, l’installazione 00 possiede anch’essa un guardiano, e non preoccupatevi molto di quel [REDACTED], perchè il mistero che si cela dietro non rimarrà così per molto.

 

Per questo Canon Fodder è tutto!