Halo Community Update – Fancy Catch-Up

Benvenuti nel nuovo Community Update della settimana, partiamo subito con le principali notizie!

IT HAD TO BE SNAKES

Le finali dell’ Halo World Championship 2018 hanno conquistato il Pacifico nord-occidentale mentre i sedici migliori team Halo del mondo sono scesi sul CenturyLink Field Events Center nel centro di Seattle per incoronare un nuovo re competitivo. Shotzzy, Renegade, Eco e Stellur hanno vinto tutte le sfide e sono usciti vittoriosi con una prestazione eccezionale nelle Grand Finals contro i due volte campioni del mondo TOX Gaming.

I fan di tutto il mondo hanno assistito a un’esperienza epica che si è basata sul leggendario lascito di Halo per offrire alle persone un weekend indimenticabile. Avete voglia di fare una foto con i membri del Noble Team? Fatto. Vi sentite come se guardaste un concept artist che scatena straordinarie illustrazioni di Halo dal vivo proprio di fronte a te? Era lì. Oh, volevate sedervi e essere sbaragliati da OGRE 2 giocando ad Halo: CE 2v2 su un televisore CRT da quattro milioni di sterline? I sogni si avverano, amico mio.

A proposito di illustrazioni dal vivo, ecco uno dei pezzi creati quel fine settimana; questo è di David Heidhoff, di 343. È davvero ridicolosamente bello, il dettaglio preferito di Grimbrother è lo skyline di Seattle nel riflesso della visiera.

Grimbrother dice:

Sono stati giorni davvero incredibili- resi ancora migliori perchè spesi con voi. Grazie mille a tutti quelli che hanno fatto in modo di salutarci, condividere qualche foto e fare conversazioni fantastiche su Halo. Se volete essere completamente aggiornati nei risultati del weekend e nei festeggiamenti, assicuratevi di controllare il nostro recap ufficiale QUI.

MCC DEVELOPMENT UPDATE #3

La settimana scorsa, Ske7ch si è occupato del terzo resoconto relativo all’aggiornamento della Master Chief Collection, che dovreste assolutamente controllare. Ci sono nuovi aggiornamenti sui progressi complessivi, un primo sguardo alla prima patch, alcuni pensieri e spiegazioni riguardo i bug e molto altro ancora.

Inoltre, il nuovo MCC Insider Hub è ora attivo su Halo Waypoint, vi consente di dare un’occhiata a tutti gli aggiornamenti di sviluppo e ai dettagli di flighting in un unico posto a portata di mano. Andate su halowaypoint.com/MCCinsider per verificarlo. Oh, e parlando di informazioni di flighting questo fine settimana la prima ondata di test di community in-the-wild sarà pubblicata – se volete entrare in azione, assicuratevi di controllare tutti i dettagli sul programma MCC Insider QUI!

PROPHET OF LOOT

Recentemente, è stato rivelato l’ultimo tema per la prossima Halo Legendary Crate: Truth Foretold. Come suggerisce il nome, il tema è quello dei gerarchi e il loro controllo sull’impero Covenant. In esso, ci sarà un’altra fantastica ed esclusiva figure di Halo Icons, una t-shirt “illuminante” e altro ancora. Assicuratevi di ordinarla entro il 15 giugno su loot.cr/halo. E prima di andare, date uno sguardo alla fantastica e iconica rappresentazione di questo tema di alcuni guerrieri Covenant pronti per la battaglia.

GOING OUT ON ELIM

Molto presto, H2 BR Slayer si sposterà per fare spazio a Shotty Snipers nell’esperienza Social di Halo 5. Inoltre, Unyshek ha pubblicato un blog in cui sono descritti tutti i nuovi cambiamenti in arrivo nella stagione estiva 2018. Il pezzo forte è una nuovissima playlist chiamata Elimination, che raccoglie la modalità di sterminio preferita dai fan insieme a Breakout. Gli amanti di Breakout e Breakout 2.0 possono godere di questa nuova esperienza basata su turni e classifiche. La nuova playlist – e la stagione Arena – sarà disponibile dal 1 ° maggio. Nel frattempo, per ulteriori dettagli andate QUI, dove è inclusa anche un’approfondimento del TrueSkill 2.0 recentemente promulgato. Controllate!

PUTTING THE STREAM IN EXTREME

La prossima settimana, il 2 maggio alle 13:30 PT, il team ci consiglia di sintonizzarci su mixer.com/Halodivertitevi e giocate alla nuova playlist Elimination online mentre il team di 343 Industries giocherà la playlist, incontrateli per vincere la skin 343 Ice Unicorn per il fucile d’assalto.

COMPETITIVE COMMUNITY COMMANDERS

Ieri, è stata fatta luce su un nuovo contenuto creato dalla community per Halo Wars 2, presentata da tre delle community RTS più appassionate. Breaking the Clutch, The Banished e Team Respawn hanno unito le forze per creare la HW2 Championship League, un torneo a cura della community in cui i fan possono cercare di dimostrarsi a se stessi i più potenti comandanti di tutto il paese. Guarda tutti i dettagli nel blog QUI.

IT’S NOT A CATAPULT

Un po’ di tempo fa, nel numero 71 della serie Canon Fodder, è stato evidenziato un mod di conversione di Halo chiamato Sins of the Prophets, che consente di trasformare il gioco per pc Sins of the Solar Empire in una vera e propria esperienza aerospaziale Halo. Oggi il team vorrebbe mettere in evidenza un altro progetto interessante che ha un tono simile, ma che riguarda gloriosi assalti a terra.

Ambientato negli anni più bui dell’Insurrezione, Operation: TREBUCHET (OPTRE) consente a te e a dozzine dei tuoi amici più cari di riunirsi e combattere in massicce campagne ad armi combinate che offrono una nuova prospettiva brutale sulla guerra di Halo. Costruito sulla popolare piattaforma PC ArmA 3, OPTRE presenta non solo una grande quantità di armi, equipaggiamenti e veicoli di Halo, ma anche compatibilità con una vasta gamma di caratteristiche specifiche di ArmA 3 (come la modalità gamemaster di Zeus) e dozzine di altre mod.

A guidare il team di OPTRE c’è Tyrone Hudson (Scorch_052), con veterani dell’industria videoludica e hobbysti talentuosi che hanno realizzato un’esperienza videoludica che tutti i fan della saga troveranno fantastica. Dopo aver visto svariati video della mod abbiamo dovuto per forza giocarci di persona, e intervistare il talentuoso team dietro a tutto questo; all’intervista ci ha pensato Kenneth Peters.

343 KEN: Sembra fantastico, puoi introdurci al tuo team?

Ben: Il mio nome è Benjamin “Zero” Weis, e sono il creatore degli asset per OpTre, nello specifico delle armi e di alcuni prop della mappa. Ho realizzato la serie di fucili MA5, il lanciarazzi M41, la serie M7 delle SMG e la serie di pistole M6. Sono anche il Lead Developer della mod Homeworld 2, e collaboro attivamente con Sins of the Prophets (sono il responsabile di alcuni asset, inclusa l’Assault Carrier titan). Sono entrato nel team quando era ancora conosciuto come The Eridanus Insurrection, nel 2014, perchè volevo giocare con il sandbox di Halo in un simulativo.

Peter: Ciao, il mio nome è Peter “Lumnuon” Paas e vengo dalla Germania. Originariamente sono entrato a far parte del team per interesse verso un aspetto militare simulativo dei giochi di Halo. Sin dal mio arrivo mi sono occupato dell’editing del terrain della mod, cosa che sto facendo da quasi 4 anni.

Kayla: Ciao, sono Kayla, o meglio conosciuta come Zephyr Souza. Il mio ruolo all’interno del team di OpTre è quello di 3D Artist e Texture Artist. Sono entrata in OpTre nel tardo 2015, e ho lavorato sin da allora al progetto. Principalmente uso ZBrush, 3D Coat e 3DS Max per la modellazione e un misto di Substance Painter e Photoshop per le texture. OpTre ha avuto un’influenza massiva sulla mia vita professionale. Con il supporto dei miei colleghi sviluppatori e della community sono stata spinta a imparare sempre di più, cosa che poi mi ha dato la possibilità di trovare un lavoro nell’industria della simulazione.

Drake: Ciao, io sono “DrakeDaeron” e mi occupo dei modelli 3D e delle texture. Faccio parte del team da 3 anni. Sono entrato nel team tentando di iniziare una mod standalone chiamata “Call of the Prophets” (ora conosciuta come OpTre First Contact) tentando di includere le truppe Covenant in ArmA 3, ma il team si è offerto di aiutarmi se avessi fatto parte del team.

Alex: Il mio nome è Alex “HKUrban” Urban. Sono entrato nel team nel 2015 quando Operation: TREBUCHET si è separata da TEI. Sono una specie di tuttofare che si occupa di modellazione, texturing, qualche configurazione e map desing. Faccio anche un sacco di ricerche sulla lore dietro all’insurrezione, e cerco di trovare quanti più dettagli possibili da fornire ai creatori di asset per permettergli di riprodurre quanto più fedelmente possibile gli elementi descritti in Halo. Ho servito sette anni nella Guardia Nazionale, e attualmente sto scrivendo un racconto fantascientifico Militare su un gruppo di Marines che combatte su marte, basato in gran parte sugli attuali conflitti in Iraq e Afghanistan.

Chris: Il mio nome è Christopher Mauro ma sono più conosciuto come TheDog88 o semplicemente Dog. Sono uno dei fondatori originali di OpTre e sono anche uno degli artisti 3D. Negli anni sono passato tra prop statici, veicoli e più recentemente personaggi. Aiuto anche con il texturing degli asset e nella loro implementazione. Quando non sto lavorando a OpTre lavoro su svariati progetti in Unreal Engine e Unity, e ho rilasciato un gioco per VR su Steam. Professionalmente ho servito in servizio attivo nell’esercito americano per oltre un decennio.

Tyrone: Il mio nome è Tyrone “Schorch052” Hudson, e sono il Lead Developer e Configurer per OpTre; in parole povere io prendo tutto ciò che viene realizzato dai nostri artisti e lo faccio funzionare in-game. Faccio parte del team dal 2014, quando ancora si chiamava The Eridanus Insurrection, e ho aiutato a guidare il cambio verso un nuovo team sotto la responsabilità mia e di TheDog. Anche se ho il titolo di Lead Developer, i miei sforzi sono una misera parte di una grande collaborazione che ha portato OpTRE ad essere quello che è adesso.

343 Ken: Sembra proprio un team fantastico. Quindi, iniziare da 0 un progetto così ambizioso vi avrà fatto sputare un sacco di sangue, lacrime e sudore. Ci piacerebbe sapere cosa, riguardo ad Halo, vi ha ispirato a lavorare a questa mod.

Ben: Per me è stata l’assenza di sviluppi e approfondimenti sul lato della fanterie. Esclusi ODST e i libri, la gente vede il mondo di gioco solamente attraverso gli occhi di uno Spartan. La mortalità della fanteria mi interessa, e realizzare una mod per ArmA è un buon metodo per sperimentare personalmente come potrebbe essere.
Peter: Per me è vero il contrario, non ho mai giocato ad un gioco della saga, esclusi Halo 2 e Hale 3, prima di entrare a far parte del team. Il mio interesse più grande è stato l’universo di Halo nella sua interezza. La ragione originale per la quale sono entrato a far parte del team è stato il mio interesse nel vedere l’universo di Halo dal punto di vista di una recluta.

Kayla: Ho sempre apprezzato la lore fuori dai giochi. Quando ho letto il libro “The Flood” mi sono piaciute le parti che narravano delle esperienze dei marines intrappolati nell’Halo.Nel 2015, quando ho visto una mod a tema Halo nel mio gioco preferito dovevo assolutamente farne parte!
Drake: Sono stato un fan di Halo sin da Halo CE. Ho trovato che l’universo militare-futuristico ci stesse bene all’interno di ArmA 3, l’UNSC e i Covenant hanno una grande varietà di veicoli, armi ed equipaggiamento. Trovo che questa diversità sia perfetta per ArmA 3.

Alex: Halo è stato una grande parte della mia infanzia. Molte delle mie feste di compleanno ai tempi della scuola media e superiore erano praticamente LAN party di Halo CE e Halo 2. Anche prima di arruolarmi, i Marine e gli ODST erano la mia parte preferita dell’universo di Halo, e ho apprezzato molto i racconti che andavano ad espandere questi aspetti, come The Fall of Reach di Eric Nylund. Gioco alla serie di ArmA da un pò, e ho iniziato a dilettarmi nel Modding sin da quando ho visto alcuni screenshot di Marine UNSC e Warthog pattugliare l’isola fittizia di Altis. In quel momento ho realizzato quanto mi servisse avere quella mod. È risultato chiaro il potenziale dell’Engine di ArmA riguardo alla possibilità di permettere ai giocatori di far parte di eserciti massivi che si davano battaglia sotto gli sfondi dei giochi della saga di Halo, e sapevo che volevo aiutare a realizzare tutto questo.
Chris: Halo è sempre stato il mio universo fantascientifico preferito. I miei ricordi d’infanzia preferiti sono di sicuro quelli in cui gioco ad Halo: CE con mio fratello maggiore sull’Xbox originale. Essendo un militare io stesso ho sempre voluto sapere come fosse, per un normale soldato, combattere nell’universo di Halo. ArmA è un’ottima piattaforma per questo, in quanto fornisce sia realismo che la possibilità di avere conflitti in larga scala. C’è qualcosa di particolare nell’essere seduti nel retro di un Pelican, volando attraverso vari chilometri di terra, per poi essere schierati nel mezzo dell’azione come soldato UNSC. Il periodo che siamo andati a sfruttare è un’altro aspetto intrigante, in quanto i giochi originali lo accennano a malapena, fornendoci molta libertà creativa, cosa ottima per un artista.
Tyrone: Sono sempre stato ossessionato da qualunque cosa riguardante Halo sin da quando io e mio padre stavamo svegli tutta la notte a giocare ad Halo: CE. Ho sempre voluto sapere di più, vedere di più e fare di più all’interno dell’universo di Halo. Vedere l’opportunità di poter fare tutto questo, almeno parzialmente, mi ha portato a lavorarci seanze neanche pensarcì su.

343 Ken: Operation: TREBUCHET si concentra nel periodo precedente alla guerra contro i Covenant, con le forze dell’UNSC che combattono contro le forze di insurrezionisti che combattono per l’indipendenza delle colonie. Cosa vi è piaciuto di questo periodo della storia di Halo?
Tyrone: Abbiamo visto l’Insurrezione come un aspetto intoccato che potevamo usare per portare Halo all’interno di ArmA, dandoci comunque la possibilità di sperimentare con un po’ di libertà. Inoltre, i giochi della saga mostrano una storia epica ma che sostanzialmente è la storia Buoni Contro Cattivi. Nei giochi ci sono veramente poche zone la cui moralità è dubbia. Creare una mod durante l’apice dlel’Insurrezione ci ha dato la possibilità di esplorare Halo in un periodo più oscuro, moralmente parlando, e dare la possibilità ai giocatori di creare nuovi eventi o di ricrare quei pochi che hanno avuto la possibilità di leggere.
Chris: Come già detto, la libertà creativa che abbiamo visto l’utilizzo di un periodo storico praticamente inesplorato è veramente grandiosa. Un’altra cosa che mi piace molto è la prospettiva che il giocatore andrà a sperimentare. Invece di combattere come un super soldato che salta da un posto all’altro con degli scudi energetici, si andrà a combattere come un essere umano normale. Questo rende tutto più brutale, in quanto ora la tattica diventa molto più importante per sopravvivere. Correre in giro lanciando granate a caso ti farà uccidere subito, un soldato regolare deve fare importanti decisioni tattiche per uscirne vivo.
343 Ken: Ovviamente avete il Warthog e lo Scorpion, ma che altri veicoli avete al mmomento, o avete in mente di implementare?
Tyrone: La nostra prima priorità è stata quella di inserire i veicoli più iconici che tutti i fan conoscono e amano così che potessero vedere il potenziale del progetto, poi siamo andati a vedere quali veicoli potevamo inserire provenienti da Concept, veicoli meno conosciuti o anche creazioni del tutto inedite, come l’APC Bison che abbiamo, che va a riempire il ruolo di APC/IFV che fino ad Halo Wars 2 era assente. Stiamo pianificando di rilasciare una lista degli Asset pianificati, e siamo aperti ai suggerimenti su qualunque cosa sia da aggiungere alla lista.

343 KEN: Recentemente avete aggiunto gli Spartan alla mod. ArmA 3 non presenta scudi o super soldati, quindi come avete implementato i nostri combattenti all’interno di OPTRE?


Tyrone: Portare gli Spartan all’interno di ArmA 3 è stata una sfida per noi. Volevamo simulare quanto fossero forti, senza però buttare via tutto il bilanciamento. Siamo riusciti a trovare un compromesso che gli permettesse di essere una forza impressionante ma non immortale. Più avanti abbiamo l’intenzione di implementare gli scudi tramite l’engine di ArmA, similmente a come abbiamo già fatto per i pod HEV e l’HUD personalizzato degli ODST.

343 KEN: Quello che ha portato Operation: TREBUCHET alla mia attenzione è stato un video del membro della Community Jester814 che era Zeus (gamemaster) in una missione ODST in quello che ho poi scoperto non essere un RTS ma un immenso gruppo di giocatori che stavano lavorando per un obiettivo militare comune. Come ex marine quello che ha attirato la mia attenzione è stato il protocollo radio utilizzato e l’organizzazione in-game. Mi hanno detto che giocare di ruolo è una metodologia di gioco comune su ArmA 3, e sono interessato a sapere come vi siete approcciati nel combinare Halo con un genere di gioco e giocatori differenti.

Chris: Una delle migliori esperienze in ArmA è la coordinazione di alto livello attraverso ampi spazi. Potrei dire che al giocatore medio di ArmA piace giocare tatticamente, e apprezza quando un’azione coordinata viene eseguita alla perfezione. Ci siamo concentrati in un periodo dove gli umani combattevano ancora contro i loro stessi simili e la guerra era ancora simile ai combattimenti moderni. Questo periodo risultava adatto all’universo di ArmA, e ha semplicemente funzionato. La chiave è stata dare ai giocatori tutti i mezzi per permettergli questo stile di gioco. Questo significa che abbiamo dovuto fornirgli tutti i mezzi in-game per eseguire le loro missioni. Creare armi e uniformi non è abbastanza per creare una mod in ArmA. L’intero pacchetto vede l’aggiunta di elementi nello scenario, di veicoli, di oggetti come radio ed equipaggiamento medico, e anche una fregata dove è possibile entrare, in modo tale che gli ODST possano essere schierati in campo.

Alex: Un’altra cosa fantastica di ArmA è che è un gioco Sandbox. Fornisce ai giocatori l’abilità di creare il proprio scenario. Mi sono divertito giocando come un singolo Marine che prendeva parte all’invasione di una città o come un piccolo di team di ODST che aveva l’obiettivo di recuperare un pilota catturato dal nemico o un agente ONI. Puoi essere qualsiasi parte di quell’operazione, da un medico al responsabile delle armi di un carro, un pilota di Pelican o di Longsword. Con l’editor di ArmA puoi creare missioni single player o cooperative, oppure puoi semplicemente piazzare un gruppo di soldati UNSC e uno di soldati insurrezionisti e osservare mentre si uccidono tra di loro.

Tyrone: La cosa essenziale per noi sono le opzioni. Assicurarsi che i giocatori abbiano tutti gli strumenti necessari per realizzare qualunque cosa vogliano. Anche se non abbiamo la manodopera per realizzare tutte le richieste o i suggerimenti, siamo orgogliosi della vicinanza con la Community e di come lavoriamo insieme a loro per portare nuovi contenuti ad ogni Update.

OK: Tempo di domande! Ora, non vogliamo causare nessun problema all’interno del team, ma vorrei chiedere a ciascuno di voi qual’è il vostro gioco preferito della saga.

Ben: Il mio gioco preferito è sicuramente Halo 2. Sono certo che si tratta di nostalgia perchè non sono mai stato bravo nel multiplayer. L’atmosfera e l’estetica del gioco è stata un punto di riferimento all’interno della serie, anche se proviene dal 2004. Se devo parlare del multiplayer, Halo 3.
Peter: Recentemente ho comprato una Xbox One per la Master Chief Collection, e devo dire che è stato Halo: Reach il gioco che ho apprezzato di più. Anche se devo confessare diaver finito solo Halo 2, Halo 3 e Halo Reach.
Kayla: Ho amato Halo 3 ODST. Ho sentito come se la modalità sparatoria fosse un miscuglio perfetto di gameplay tattico e classico divertimento di Halo. Mi è piaciuto giocare come qualcuno che non fosse uno Spartan e sentirmi più vulnerabile. Ha cambiato il modo in cui approcciavo una situazione, e ha offerto una nuova esperienza.
Drake: Halo 2, senza esitazione, è l’unico gioco della saga che ci permette di giocare come un Sangheili, l’Arbiter! Questo è qualcosa che mi è mancata negli altri giochi.

Alex: È difficile sceglierne uno. Sono stati tutti fantastici a modo loro. Penso che Halo 2 sia stato quello che è passato dall’essere un interesse ad una ossessione. In termini di storia penso che sceglierò Halo: Reach. Ha mostrato forze USNC diverse dai Marine, e ci ha dato la possibilità di osservare la guerra che l’umanità doveva combattere per sopravvivere, e di tutti i sacrifici che sono stati fatti per guadagnare solo un po’ di tempo.

Chris: Reach, senza dubbio. Mentre Halo CE è stato quello che mi ha fatto appassionare, Halo Reach mi ha catturato in una nuova maniera. Quando è stato rilasciato il mio leader di allora mi ha bussato alla porta e mi ha dato una copia di Reach. Mi ha chiesto di giocare insieme a lui e ovviamente non potevo dirgli di no. Nell’esercito le persone alla tua destra e alla tua sinistra diventano la tua famiglia, quindi per me era come giocare ad Halo CE con mio fratello. Quello che mi ha intrigato della storia è stato finalmente vedere gli Spartan venire uccisi… volevo dire risultare MIA. Odio quando nei film e nei giochi si ripete il clichè di avere gli eroi sopravvivere per avere un finale felice.

Tyrone: Halo: CE. Sono convinto che non ci sarà mai un livello migliore di Silent Cartographer.

343 KEN: Se un fan volesse aiutarvi a contribuire all’Operazione: TREBUCHET, quale consiglio gli dareste?

Tyrone: Il metodo più facile per contribuire è quello di entrare nel nostro server di discord e contattare uno sviluppatore. Da qui possiamo testare le vostre abilità e trovare un buon compito per voi. La nostra politica per i nuovi membri del team è quella di farvi creare un sistema o un asset, dall’inizio alla fine, come richiesto.
Chris: Inoltre, non ci interessa se siete un professionista o se avete appena iniziato. Abbiamo tutti iniziato da qualche parte, e con dedizione e motivazione non è difficile sviluppare nuove abilità. Non abbiamo problemi ad aiutare i novizi nel processo di creazione. Impariamo tutti gli uni dagli altri, e il feedback tra i membri del team è importante e valutato positivamente.
Tyrone: Esattamente. Abbiamo un sacco di assets già pianificati, e variano dall’essere molto semplici a molto complessi. Anche se non ti senti abbastanza pronto a creare asset complessi, qualcosa di semplice come una scatola o un tavolo può comunque risultarci utile.

343 KEN: Ho comprato ARMA 3 specificatamente per scaricare e giocare Operation: TREBUCHET, ma puoi raccomandarmi altre mod o posti per permettere ad un nuovo giocatore di imparare le basi?

Chris. Alcune delle mod più importanti da avere sono certamente CBA, ACE e TFAR. CBA è un requisito per la maggior parte delle mod in quanto permette ai creatori delle mod di aprire un po’ di più l’engine. ACE porta un sacco di realismo, ed è largamente utilizzato all’interno della Community di ArmA. L’ultima è TFAR. Praticamente porta all’interno del gioco le radio militari perfettamente funzionanti. Immagina avere diverse operazioni in corso sulla mappa, e tutte devono comunicare. TFAR permette di impostare i canali radio, potenza dell’output, etc…

Tyrone: Inoltre, per la migliore esperienza possibile con ArmA, io raccomanderei ai novizi di entrare a far parte di una community. Avere altri giocatori con cui giocare rende l’esperienza più divertente e godibile. Potete trovare vari gruppi di ArmA 3 su /r/FindAUnit, ma ci sono anche gruppi esclusivi per OPTRE nel nostro discord.
343 Ken: Il potenziale di Operation: TREBUCHET parla da sè, ma potete darmi qualche indizio relativo agli update sui quali state lavorando?

Tyrone: Beh, la scorsa settimana abbiamo rilasciato un aggiornamento bello grosso che ha aggunto nuove armi e ha modificato l’equipaggiamento utilizzato dai marine e dai soldati. Andando avanti, andremo a lavorare sodo per standardizzare tutti i nostri Asset e per organizzare al meglio la comunicazione all’interno del team. Questo dovrebbe significare update più frequenti e una qualità migliore. Per il prossimo update stiamo pianificando di fornire agli insurrezionisti nuovi veicoli e nuovo equipaggiamento.

343 KEN: Qualche considerazione finale?

Tyone: Siamo veramente orgogliosi di quanto la mod sia andata avanti, e siamo entusiasti di continuare a lavorarci su e a migliorarla. Attendiamo con ansia di vedere nuovi giocatori e aiutarli a rivivere le loro esperienze preferite su ArmA, o a crearne di nuove.

Grazie ragazzi! Inutile da dire, ma non vediamo l’ora di vedere questa mod espandersi sempre di più, migliorandosi e permettendo ad ancora più fan di Halo di giocarci. Per poterla usare dovrete avere una copia di ArmA 3, poi potrete sottoscrivervi alla mod Operation: TREBUCHET nel workshop di Steam per accedere ai contenuti.

RADAR BLIPS

  • Unfortunately, it’s Nachos – Avrete sicuramente sentito parlare del progetto “El Dewrito”, una modifica del progetto Halo: Online. Qui, all’interno dello studio, siamo solitamente entusiasti di celebrare i progetti della Community, come la mod Operation Trebuchet qui sopra. In questo caso, però, alcuni limiti sono stati superati, cosa che è risultata nell’azione di chiusura della mod. Maggiori dettagli nell’annuncio; però non disperate, Bonnie Ross stessa ha annunciato che ci sono piani per un’esperienza simile su PC (Twitter)
  • For Give-ness – Questo Fine settimana, dal 28 al 29 Aprile, l’evento Gamers for Giving celebra il suo decimo anniversario. In caso non lo sappiate, Gamers for Giving è un torneo competitivo, LAN Party e maratone di stream, che andrà a racimolare denaro che andrà poi a finanziare gruppi di beneficenza. I biglietti e le donazioni ricavati dall’evento saranno devoluti all’acquisto di strumenti di intrattenimento per i bambini costretti all’ospedale, in modo tale che la loro vita venga migliorata, almeno un poco. Halo è un ospite di questo evento da lungo tempo, con giocatori professionisti o meno che partecipano a vari tornei. Per sapere come partecipare, o come essere d’aiuto alla causa, andate nel sito web dell’evento, gamersforgiving.org.
  • Chari-tee – Parlando di buone cause…

 

 

Collateral Movement – Il secondo vlume della mini serie a fumetti Halo: Collateral Damage è ora disponibile al pre-order, e con lui viene anche una nuova cover art!

COMMUNITY SPOTLIGHT

Ecco un ottimo video sull’interazione della Community da Halo Cluster

Minolta1034 ha messo insieme un recap dell’HaloWC; merita sicuramente di essere guardato.

Bartelson1337 ultimamente ha pubblicato piccoli disegni stilizzati a tema Halo, ecco questo ritraente Chief.

#HALOHOTSHOTS